BallarArt: laboratori di canto, musica d’insieme, teatro, danza, arti grafiche, eventi, incontri, passeggiate

BallArt: laboratori di canto, musica d’insieme, teatro, danza, scenografia, passeggiate  educative e ambientali di conoscenza e rispetto del territorio, Ballarò a scuola di musical, visite a monumenti e …. tanto altro ancora perchè Ballarò è …. magia!!!     

 

   a265d6fb-19fb-4e2f-bad1-fcf162effd13

8 Aprile 2018 FESTA DI PRIMAVERA: piazzetta Colajanni ore 13.00

 

ONSJ4794 2f265a9c-f4a7-45f5-8643-325c9b4637a4 (1) 3e25389a-cfff-44af-939b-58e1e2e67eb2 9d72e5c4-f92b-42c4-ab2a-4e1b4c672a08 017

024 25c50f11-1b13-4e22-a3f7-1125a3d5571f 027 031 74bddada-5c6f-4766-9519-31db6e28f38b b3a7a7c6-63f6-47a7-a7b7-aefb46aeb040 IMG_6108 IMG_6110 IMG_6117 IMG_6127 IMG_6132 IMG_6139031 WDHB7547 YJKO2251

ANIMABALLARO’ 

LA BANDA MARCIANTE DEI BAMBINI DELL’ALBERGHERIA, ARTISTI DI STRADA , GARA DI POESIE E GRIGLIATA PER TUTTI PER UN PRANZO CONDIVISO!

                    Gds servizio del Tgs su BallArt 

COVER FB MUSICAL-02

Partecipa ai Laboratori! E’ stupefacente!!!

IMG_5115 (Modificato)

Laboratori: teatro e teatro di strada, musica d’insieme, canto/coro, percussioni, tastiera, chitarra/basso, body percussion, danze in gruppo, arte scenica, scrittura, lettura, giochi di relazione, esplorazione del territorio tra ambiente, storia e arte.

IMG_5113 IMG_5112 IMG_5111 IMG_5094 (Modificato) IMG_5091 (Modificato) IMG_5088 (Modificato) IMG_5115 (Modificato)

L’Albergheria e il Mercato storico di Ballarò rientrano pienamente nel patrimonio culturale Arabo Normanno tutelato dall’Unesco, tuttavia il quartiere è notoriamente gravato da un forte disagio sociale.

Tale disagio si manifesta nel mondo giovanile con vari fenomeni negativi quali dispersione scolastica, povertà economica e culturale, forte tasso di microcriminalità, consumo e spaccio di droghe leggere.

Il progetto punta sul fatto che tra gli operatori sociali e gli artisti del territorio si crei sinergia e cooperazione. Far sentire ai ragazzi che esiste un fronte comune tra istituzioni e operatori sociali e culturali; che questi  insieme operano attraverso modalità alternative, ovvero attraverso le arti a favore del loro benessere e della loro sana crescita, può consentire ai ragazzi di riappropriarsi del territorio in cui vivono, di allontanarsi dalla strada, di cogliere l’opportunità di conoscere meglio il territorio dal punto di vista artistico, sociale, culturale, ambientale. Il progetto formativo dei laboratori di teatro e musical si propone di intervenire nel quartiere palermitano, portando i suoi giovani abitanti, attraverso il teatro e le altre discipline espressive, ad una maggiore consapevolezza del valore storico e culturale degli spazi, e dando l’opportunità di valorizzare le proprie capacità e intervenendo sul tessuto urbano della loro quotidianità. A partire dalla conoscenza di sè e dal miglioramento della relazione con gli altri, le pratiche espressive – Musical e anche altre forme di spettacolo – rappresenteranno un potente mezzo di comunicazione sociale e di democrazia partecipata che intende formare i ragazzi e le ragazze, in modo ludico e al tempo stesso approfondito, su tematiche quali: bullismo e cyberbullismo, uso dei social, uso di sostanze stupefacenti, violenza di genere, legalità, cittadinanza attiva, diversabilità, storia, ambiente e valenza culturale del territorio, rispetto per i luoghi e dell’agire nella legalità.

I laboratori, soprattutto quello musicale e teatrale, intendono proporsi ai giovani residenti in una zona a forte rischio della città, frequentanti la scuola dell’obbligo e i primi anni delle scuole superiori, come un momento di riflessione e partecipazione attiva alle problematiche del territorio, nel tentativo di allontanarli da cattive frequentazioni, appassionarli all’essere autentici e a scegliere ciò che è meglio per sé e per la propria vita futura. Attraverso questi contenuti i laboratori saranno: teatro e teatro di strada, musica d’insieme, canto/coro, percussioni, tastiera, chitarra/basso, body percussion, danze in gruppo, arte scenica, scrittura, lettura, giochi di relazione, esplorazione del territorio tra ambiente, storia e arte. La difficoltà di comunicare, soprattutto attraverso il linguaggio verbale, verrà affrontata attraverso l’entrare in contatto prima di tutto con se stessi e poi con gli altri in modo ludico e creativo, scoprendo modalità comunicative nuove e alternative a quelle basate sull’aggressività e sulla competizione. Prevedere interventi formativi e performativi attraverso le tecniche del teatro di strada nel quartiere dell’Albergheria, permetterà ai partecipanti di portare nelle strade del loro vivere quotidiano il lavoro svolto durante i mesi e le diverse fasi del progetto, sperimentando un modo diverso di vivere la città, di conoscere il patrimonio storico culturale della città e di valorizzarlo agli occhi della cittadinanza tutta. Le azioni si accorderanno con altre iniziative già in atto nel territorio, per esempio di  Anima Ballarò e di Sos Ballarò. Più spettacoli sono previsti nelle diverse fasi del progetto aventi come tema fondamentale il rapporto con il territorio con le sue contraddizioni e le sue risorse.

BALLARò MUSICAL locandina

Obiettivi Educativi e Culturali

  • Migliorare la conoscenza di sé negli aspetti corporei, emozionali e comportamentali anche in rapporto agli altri
  • Favorire l’arricchimento di un bagaglio espressivo e comunicativo per superare situazioni di difficoltà o di disagio;
  • Educare alle scelte autonome e che guardano al proprio benessere psicofisico presente e futuro
  • Favorire l’apprendimento e la crescita culturale individuale attraverso l’esplorazione e la conoscenza di opere artistiche presenti sul territorio Arabo Normanno
  • Far  acquisire maggiore senso di responsabilità e autocontrollo lasciando andare aggressività ed emozioni negative
  • Allargare idee ed esperienze, stimolando nei partecipanti modi nuovi di pensare e vivere e scardinando schemi di pensiero limitanti e restrittivi verso sé e gli altri
  • Sviluppare potenzialità creative, gusto estetico, spirito critico e capacità espressive e logiche in relazione alla capacità di vivere diversamente il territorio
  • Educare  al teatro, al canto, alla  danza, alla messa in scena  fornendo capacità  di lettura di tali arti  mediante  la  conoscenza e l’utilizzo dei vari strumenti, linguaggi e tecniche
  • Sviluppare la spontaneità e al tempo stesso la capacità di gestione del proprio modo di esprimersi in base a contesti, ruoli e persone affinché si possa scegliere cosa è meglio per sé per l’ambiente in cui si vive e per il proprio futuro
  • Aumentare la consapevolezza del valore storico-culturale dei luoghi della propria città
  • Sviluppare azioni positive per valorizzare il patrimonio storico-monumentale del territorio
  • Sviluppare un maggiore attaccamento al proprio territorio e la volontà di intervenire per il suo miglioramento nel futuro
  • Consentire di prendere consapevolezza della condizione storico-culturale dei luoghi in cui si vive, migliorando la relazione con il tessuto urbano e stimolando una maggiore cura degli spazi.

 

ARTICOLAZIONE

I laboratori tutti su base volontaria da parte degli operatori, sono concepiti in 3 fasi.

I fase: dal mese di Novembre 2017 a dicembre 2017 con la produzione di uno spettacolo.

II fase: da Gennaio a Maggio con performance di strada

III fase: da Maggio 2018 a Luglio con laboratori sulla nonviolenza e l’espressività, sulla legalità e la responsabilità personale, sul bullismo e l’amore di vivere insieme agli altri, temi sviluppati durante l’anno.

Accesso – Novembre: i ragazzi accedono per attitudini e preferenze ai diversi laboratori e poi saranno guidati ad una scelta adeguata alle loro possibilità.

Laboratori: musica d’insieme strumentale (differenziati eventualmente per strumento: chitarra/basso, batteria, tastiere), canto/coro, teatro/scenografia, danza. A seconda delle iscrizioni saranno articolati nelle fasi secondo diversi contenuti e scopi.

Partecipanti: bambini e ragazzi di età tra 8 – 16 anni.

Sede: locali del Salone parrocchiale di S. Nicolò all’Albergheria a Ballarò e locali annessi alla chiesa presso la torre di S. Nicolò.

La frequenza sarà di h.1,15 settimanale per ogni laboratorio, per un totale di 100 ore annuali circa, divise in laboratori di: 1. danza, 2. recitazione/scenografia, 3. canto/coro, 4. musica d’insieme e/o strumenti musicali.

Operatori: i laboratori saranno tenuti da operatori specializzati e condotti su base volontaria. La ricerca di fondi per finanziare il progetto è comunque sempre perseguita per avere la possibilità di sostenere in modo più efficace riguardo a materiali, strumenti musicali e altro necessario alla riuscita del progetto.

Inizio: 10 Novembre 2017 ore 16.30 – Salone parrocchiale di S. Nicolò all’Albergheria – Ballarò – Palermo

 

DSCF1065

 

Il progetto prevede la richiesta di finanziamenti pubblici pur partendo dal novembre 2017 in forma di volontariato.

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave Comment