Caricamento Eventi

« All Eventi

Musica e Maieutica: la musica è maieutica? – Amico Dolci – Modulo riconosciuto Miur/Usr Sicilia

ottobre 26 ore 15:00 - ottobre 28 ore 13:30

download

26 – 27 Ottobre 2018  ore 15.00 –Sede: Il Giardino dell Idee – via dell’Università, 30 Palermo.Conduce Amico Dolci. In aggiunta giorno 17 Ottobre incontro preparatorio. Sempre più oggi, nella società in cui viviamo, ognuno di noi è sommerso e frastornato da un’infinità di rumori – suoni – impulsi – stimoli, che abituano ad una certa assuefazione, regressione e spesso perdita di quella capacità di ascolto che per l’umanità è sempre stata sia una possibilità di scoperta del mondo che il potersi mettere in relazione con gli altri.  La principale caratteristica del fare musica insieme è la continua necessità di ascoltarsi, relazionarsi, esprimersi al meglio; ciò presuppone l’esperienza del rispetto (reciproco), della tolleranza, dell’accoglienza dell’altro, del desiderio di scoprire e creare insieme.Proporre, sperimentare e inventare vie nuove per lo sviluppo delle capacità intellettive, fisiche ed emotive, tramite la musica e il gioco, perché la Musica è componente importante nella formazione personale dell’umanità, perché crea un clima relazionale particolarmente favorevole al risveglio delle capacità creative e dello sviluppo dell’attenzione, della concentrazione, della memoria, della rielaborazione, e favorisce l’affinamento delle capacità di mettersi in relazione con gli altri. Un lavoro di questo tipo dovrebbe poter coinvolgere, via via, oltre che i bambini e i ragazzi, anche gli adulti, altri docenti, fino ad arrivare ai genitori; per poter tutti seguire meglio e davvero le attività dei propri figli, le loro attitudini e potenzialità. Da sottolineare, quale punto di forza, lo sviluppo del senso musicale di ciascuno, e l’interesse specifico rispetto alla materia; con la conseguente crescita di entusiasmo e di autostima, di maggiore predisposizione alle attività di gruppo, in cui è richiesto lo scambio e l’impegno nella condivisione con l’altro.

PROMOZIONI PER DOCENTI SU MODULI DEL CORSO MIUR/USR SICILIA VALIDO PER L’UTILIZZO DELLA CARTA DOCENTE. 

Il Seminario/Laboratorio fa parte dei Moduli del Corso “I Linguaggi espressivi per le competenze trasversali e affettivo-relazionali”, riconosciuto dal Miur/Usr Sicilia con Decreto n. 0034932.14-12-2017 relativo all’ ente di formazione Il Giardino delle Idee, ai sensi della Direttiva n.170/2016. Per la validità del corso per la Formazione docente è necessario frequentare minimo 2 Moduli interi o 4 Laboratori (vedi al seguente link date Calendario tra cui scegliere).

Per info e costi sul corso di cui il Modulo fa parte “I Linguaggi Espressivi per le competenze trasversali e affettivo relazionali” valido per la formazione docenti clikka qui:

I LINGUAGGI ESPRESSIVI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E AFFETTIVO RELAZIONALI – MIUR/USR SICILIA

Scarica i Calendari:

Calendario Counseling Seminari_ IlGiardinodelleIdee_2018_2019

Calendario2018_19_Miur_Linguaggi Espressivi_competenze trasversali e affettivo relazionali

Scheda di iscrizione Corsi aggiornamento_formazione

Scheda di iscrizione Scuola_Counseling 18_19

danilodolci02-780x400

PROGRAMMA

OBIETTIVI FORMATIVI

  • Esplorare la realtà sonora, concentrando l’attenzione sull’ascolto;
  • Riprodurre e memorizzare suoni e ritmi a partire dal nostro corpo;
  • Usare semplici strumenti musicali;
  • Esplorare le possibilità della propria voce;
  • Leggere e cantare in gruppo;
  • Muoversi insieme attraverso semplici coreografie;
  • Interpretare graficamente un linguaggio musicale simbolico;
  • Invenzione e scrittura di semplici Fiabe sonore

COMPETENZE   

– I partecipanti, attraverso l’affinamento dell’ascolto (non solo musicale) derivato dai giochi ritmici, di riconoscimento timbrico, di ascolto di registrazioni audio e altre attività musicali proposte, saranno maggiormente consapevoli di quanto l’ascolto sia importante per capire e per capirsi gli uni con gli altri.

– Sia usando il proprio corpo, o semplici strumenti sonori creati appositamente utilizzando materiali di recupero, oltre che usando la voce come strumento onomatopeico – musicale, si apprenderà sia a scrivere/disegnare degli eventi sonori (attraverso la grafia analogica) che eseguire correttamente la durata delle prime figurazioni musicali, attraverso semplici ed efficaci simboli intuitivi, e non la macchinosa esperienza (spesso negativamente subìta) del ‘solfeggio parlato’.

– Utilizzando semplici strumenti musicali (flauto, legnetti, varie percussioni; per imitazione prima e leggendo poi), si giungerà alla creazione di un complesso musicale, cioè una piccola orchestra ritmico – timbrica, funzionale anche alle sequenze coreografiche necessarie;

– Attività di scrittura delle Fiabe sonore, e relative esecuzioni, in cui tutte le capacità acquisite verranno messe in gioco; con grande attenzione anche alle relazioni tra i diversi partecipanti.

METODOLOGIA

Occorre arrivare a conoscere dal di dentro il fatto musicale, condividendone con gli altri la sua realizzazione e/o la sua interpretazione.  Saranno proposte attività ed esercitazioni sonore / musicali molto pratiche, sia individuali che di gruppo, attraverso cui affinare l’ascolto attivo e l’esplorazione sonora, consapevole e mirata. Proposta e invenzione di giochi ritmici, timbrici, onomatopeici etc., avviandosi da subito allo scrivere / disegnare questi effetti, attraverso diverse grafie musicali possibili, siano esse analogiche o, a poco a poco, tradizionali. Ascolto attento di alcune registrazioni audio contenenti suoni e rumori della natura. Le attività di scrittura delle Fiabe sonore, e relative esecuzioni, miglioreranno man mano, migliorando anche le relazioni tra i partecipanti; sia durante la prima fase di composizione che durante il successivo lavoro di studio ed esecuzione delle stesse. E’ importante che tutti apprendano dall’approccio diretto del fare musica, a partire dai suoni / rumori prodotti dal nostro corpo fino all’uso di alcuni strumenti, coordinandosi tra di loro attraverso un ‘direttore d’orchestra’ (di volta in volta qualcuno/una dei partecipanti) e mettendo questi eventi sonori in sequenza secondo una logica narrativa, oppure geometrico – formale.

ATTIVITA’

Attenzione all’ascolto, attraverso le esperienze concrete delle seguenti attività:

–  suoni / rumori : ascolto e interpretazione

–  giochi sonori  (eco, indovinelli, carte, domino, …)

–  simboli grafici, analogico/musicali

–  sequenze ritmiche e altezze sonore : Sol – Mi – Do

–  scrittura e dettato musicale

–  caratteristiche dei suoni  (forte/piano, alto/basso, lungo/corto, lento/veloce)

–  ‘l’orchestra e il direttore’   +   ‘suono e movimento’

–  forma musicale :  Il ‘Rondò’  (anche con movimento)

–  Fiaba sonora :  Suoni e rumori disegnati, per fare una storia

MEZZI E STRUMENTI

Strumentario Orff ( Tamburi, cimbali, triangoli, sonagli, maracas, guiros, + flauto dolce, tastiera (facoltativa). Materiale di facile consumo (fogli A4 e A3, matite, pennarelli, colori a tempera, pennelli, carta da imballaggio, carta crespa, nastro adesivo, puntine da disegno, spillatrice, colla, colla a caldo e forbicine). Materiale di recupero (chiodi possibilmente grandi, martello, legnetti, lattine vuote, barattoli, bottiglie di plastica, semi vari, sassolini, rotoli di cartone, bicchieri di carta, elastici, stuzzicadenti)

ORARI

Mercoledì 17 Ottobre 2018  ore 15.00 – 19.00

Venerdì 26 Ottobre 2018 ore 15.00 – 19.00

Sabato 27 ottobre 2018 ore 9.00 – 13.30

Sabato 27 Ottobre 2018 ore 15.00 – 19.00

Domenica 28 ottobre 2018 ore 9.00 – 13.30

Il Laboratorio può essere proseguito anche il sabato pomeriggio e la domenica mattina.

Amico Dolci, nato a Partinico nel 1957, ha studiato al Conservatorio di Palermo flauto e composizione, perfezionandosi nel campo della Musica Antica in Svizzera presso la “Schola Cantorum Basiliensis”. Sin da giovanissimo ha compiuto diverse tournée in Inghilterra, Svezia, Germania e Svizzera; i suoi concerti e le sue musiche sono stati trasmessi dalla maggior parte delle radio-televisioni europee. Oltre all’attività concertistica si dedica intensamente alla ricerca educativa: dalla sperimentazione musicale con i bambini presso il Centro Educativo di Mirto (la scuola Sperimentale avviata negli anni ’70 dal Centro studi e iniziative di Danilo Dolci) ai corsi d’aggiornamento per insegnanti di scuola materna, elementare, media e superiore, alla fondazione di scuole di musica (a Palermo e Catania) sia per professionisti che amatori. Obiettore di coscienza, ha svolto il suo Servizio civile presso il M.I.R. di Roma, impegnandosi attivamente nella creazione di concrete alternative alla guerra e in genere  a tutte le forme di violenza, anacronistiche testimonianze di una pericolosissima (e oggi più che mai) tendenza all’autodistruzione “di massa”. Fondatore dello ‘Studio Prima Musica’, centro creativo per una più ampia diffusione del “far musica”, tiene corsi e conferenze in Italia e all’estero sull’interpretazione  e sull’educazione musicale,  intesa anche come occasione per prendere maggiore coscienza di se stessi e potere così:   ascoltare;             esprimersi;            dialogare; non solo musicalmente,  ma anzi nel senso più ampio possibile. Ha inoltre pubblicato numerose sue composizioni, partecipato a diverse incisioni discografiche, ed è  autore di materiale didattico per educatori e bambini della scuola dell’infanzia ed elementare. Docente al Conservatorio di Palermo. In qualità di formatore da anni svolge la sua attività animando diversi laboratori per l’ex IRRSAE Sicilia, il Min. Pubbl. Istruzione, il Movimento di Cooperazione Educativa, partecipando inoltre a diversi progetti Europei concernenti le problematiche dell’educazione alla pace ( “Union Get Peace”,  “Youth for Peace”,  “Comenius” ). Anche in questo contesto, insieme al “Centro per lo sviluppo creativo – Danilo Dolci”, egli opera attraverso le metodologie dell’azione nonviolenta e l’attivazione di laboratori a ‘struttura maieutica’, in cui le specifiche competenze di ciascuno possano arricchire (in modo pluridisciplinare) sia quelle degli altri partecipanti che quelle del gruppo stesso: il quale diventa a sua volta,  in ogni occasione,  una nuova unità progettuale / operativa.

C.V. form. europ. Amico Dolci

Il Seminario è un Modulo della Scuola di Counseling Espressivo Creativo de Il Giardino delle Idee di Palermo ad orientamento Rogersiano riconosciuta da AssoCounseling (Cert – 0164 – 2017) ai sensi della L. n. 4/2013 sulle disposizioni in materia di professioni non regolamentate. Il Modulo permette di acquisire crediti sempre validi per il conseguimento del titolo di  Counselor Espressivo Creativo. É aperto a tutti e a tutte, in particolare a docenti delle scuole di ogni ordine e grado di ogni ambito disciplinare, operatori socioeducativi, studenti, attori, danzatori, cantanti e musicisti, counselor, operatori olistici e del benessere, educatori sportivi, animatori. Il seminario è esperienziale e favorisce la crescita personale e professionale di chiunque opera nella scuola e nel sociale.

INFO E COSTI: centroilgiardinodelleidee@gmail.com –  segreteriailgiardinodelleidee@gmail.com –  tel. 3402279496 – Facebook: Il Giardino delle Idee Palermo. 

 

Organizzatore

Unnamed Organizer
Telefono:
3402279496
Email:
Sito web:
www.ilgiardinodelleidee.eu

Luogo

Il Giardino delle Idee
via dell'Università 30
Palermo, Palermo 90100 Italia
+ Google Map:
Telefono:
340 2279496
Sito web:
www.ilgiardinodelleidee.eu