SCARPETTE ROSSE ed altre storie con Annamaria Guzzio

1 Febbraio 2019 ore 19.30 – Il Giardino delle Idee – Scarpette rosse con Annamaria Guzzio. ArtinCounseling: serate per l’arte di vivere. WellnessArts con pillole di Counseling Espressivo Creativo per il benessere personale e relazionale attraverso l’arte di vivere le arti.

Incontri di arti visive, teatro, musica, espressione corporea abbinati alle tecniche del counseling, per concedere a se stessi una pausa dalle corse del quotidiano e al tempo stesso osservarsi, godere del potenziale che le arti hanno sul miglioramento del rapporto con gli altri.

Con Annamaria Guzzio una serata  d’A.R.T. , Teatro  Rituale  Attivo, forma di applicazione  della Teatroterapia. Nasce  dall’esigenza  di  costituire  un  rapporto  più  stretto  con  il  pubblico  e  di  applicare  ad  un  momento  di Teatro  di Narrazione  le  regole  base  del  counseling  a  mediazione  artistica  tipiche  del Metodo  Hansen  e  della Teatroterapia. Teatro  partecipativo in  cui  lo  spettatore  ha  un  ruolo  più  attivo  rispetto  alle  normali serate  teatrali.  La base  è  ovviamente  la  performance  teatrale  fino  ad  arrivare  ad  un coinvolgimento  emotivo  del  pubblico che  supera  la  sua passività. Ma cosa  vuol  dire rendere  partecipe lo  spettatore? Sia gli attori sia gli  spettatori sono  per  natura  tutti «partecipanti» all’evento  teatrale, ma normalmente  dopo  uno  spettacolo  la gente  abbandona la  sala portandosi dentro emozioni che  restano  sconosciute  agli attori  o  al regista. Nelle  serate d’A.R.T. il pubblico  entra a  far parte  del  gioco  della  riflessione  che  segue  alla performance  e  con  l’attore teatroterapista  si crea un    cortocircuito  emozionale  di grande  impatto.  Stimoli,  idee,  emozioni,  gesti  e scambio  reciproco  diventano  gli  ingredienti  di  un  evento  che  trasforma  un  apprendimento  concettuale  in qualcosa di  “vissuto”  attraverso  la  metafora del teatro. 

Annamaria Guzzio

Info costi e prenotazioni: centroilgiardinodellidee@gmail.com

Tel.3402279496 

Nella serata  SCARPETTE  ROSSE  e  altre  storie  condotta  da A.  Guzzio,  teatroterapista I.T.E.  l’argomento  è l’omonima  fiaba  di  Andersen  che  esplora  le  tematiche  della distinzione  tra  desiderio  e  bisogno  e  quindi delle  dipendenze,  della difficoltà  a gestire  in  maniera  funzionale  le  emozioni,  della  necessità  dei  confini  e della possibilità,  insita in  ogni essere  umano,  di  cambiare  e  riprendersi in  mano  una Vita apparentemente  persa. La fiaba viene raccontata  in  un contesto che avvolge lo  spettatore  sin  dal suo ingresso nello  spazio deputato attraverso una serie  di stimoli sensoriali legati alla fiaba.  Dopo  la narrazione  l’attrice  si trasforma, senza  soluzione  di  continuità,  in  conduttrice e ne  segue un brain storming sugli  argomenti in cui il pubblico, se lo  desidera,  può entrare a pieno  titolo  come interlocutore attivo oppure  rimanere in un ascolto che non può  che essere attivo. La formula,  derivata dalla ricerca sperimentale  della  dott.ssa  Lucia  Palozzi e della  stessa Annamaria  Guzzio, è  stata sperimentata in  diverse  occasioni  ed  è  in  atto  uno  studio  che  riunisce  in  un  protocollo  di  confronto le diverse esperienze  delle  due  ricercatrici. 

BIBLIOGRAFIA  di riferimento  del  testo  narrativo Hans  Christian  Andersen,  Fiabe  e  storie,  Roma,  Donzelli,  2014. Clarissa Pinkola  Estés,  Donne  che  corrono  coi  lupi  Sperling e  Kupfer,  2016

SCHEDA  TECNICA Uno  spazio  teatrale  anche  minimo,  una  sedia,  un  riflettore,  uno  spazio  anche  piccolo  antistante  il luogo teatrale  dove  poter accogliere  in  entrata  e  poi  accompagnare  in  uscita  il  pubblico  alla fine  dell’esperienza.

Questo è il primo di una serie di incontri di arti visive, teatro, musica, espressione corporea abbinati alle tecniche del counseling, per concedere a se stessi una pausa dalle corse del quotidiano e al tempo stesso osservarsi, godere del potenziale che le arti hanno sul miglioramento del rapporto con gli altri. 

 

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave Comment